Lo storico Consorzio milanese CGS Consorzio Gestione Servizi, si rinnova nell’organizzazione e nella struttura, continuando a garantire serietà e trasparenza, elementi che caratterizzano il suo operato sul mercato.

Un nuovo management ha preso in carico il mandato di gestione e trasformazione della società con un processo analitico che ha impattato tutte le aree aziendali: organizzazione, gestione commerciale, finanziario, contrattuale e immagine.

Andrea Campaner, nuovo Direttore Generale, ha le idee ben chiare su come riposizionare l’azienda sul mercato e consolidare il portfolio di clienti.

Questo per fronteggiare la necessità di dover agire in un momento in cui il settore della logistica si trova ad affrontare dei cambiamenti, agendo in una direzione che porti alla massimizzazione dell’efficienza.

CGS innova ruoli e responsabilità creando nuove aree professionali all’interno dell’azienda. L’organizzazione prevede un organigramma più snello e veloce, che riesce ad adattarsi ai continui mutamenti del mercato, per assicurare la massima flessibilità con i rapporti con gli stakeholders. Questo permette anche una maggiore tutela dei lavoratori, da sempre al centro dell’interesse di CGS.

Per l’operazione di trasformazione CGS sceglie una voce importante nel panorama giuridico tributario affidandosi all’esperienza dello studio Pirola – Pennuto – Zei & Associati che guiderà il consorzio nella imminente costituzione della nuova SRL.

Il mercato ha bisogno di solidità e partner efficienti che sappiano anche distinguersi nell’offerta del servizio. Per questo il riposizionamento è indispensabile.

Cambia il logo, il pay-off (che diventa Logistics Engineering a sottolineare la mission di efficienza scientifica), il management mentre l’organizzazione diventa matriciale.

CGS si proietta verso il futuro, ampliando e aggiornando le tecnologie, attraverso strumenti informatici relativi ai parametri numerici di controllo, al conto economico gestionale e alle efficienze produttive degli impianti.

La partecipazione come sponsor dell’Osservatorio Logistico ai tavoli del Politecnico di Milano è l’ultimo degli impegni assunti. Questo permette una costante formazione e ammodernamento sulle innovazioni del settore, e consente di partecipare alle scelte strategiche con importanti brand.

L’innovazione di CGS si basa quindi sia su una ristrutturazione interna, sia su un’innovazione che coinvolga tutte le aree relative alle necessità di clienti e consorziate. Per questo CGS pone la massima attenzione su tutti i temi proposti dalle prefetture territoriali, rimanendo sempre solerte su tutte le normative.

CGS punta tutto sulla sua evoluzione, favorita anche dalla grande esperienza sviluppata con più di 25 anni di attività, e lo fa con il coraggio, l’audacia e la determinazione di affrontare le incertezze che attendono il settore della logistica.