SITO
IN aggiornamento

Contattaci

* Per favore compila tutti i dati obbligatori.

News

Come cambia il settore logistica alla luce del nuovo decreto?

10 Marzo 2020

L’Italia diventa, a partire da oggi, area protetta ed il limite di circolazione imposto dal decreto dell’8 marzo scorso, si allarga a tutto il territorio nazionale.
Le restrizioni già attive in Lombardia (che secondo uno studio condotto dal Centro di ricerca sulla logistica della Liuc nel 2019, possiede il 26% del fatturato nazionale della logistica), hanno posto le basi per
l’inizio di un crollo economico e ad oggi, purtroppo, la certezza della contrazione economica è un dato di fatto. Dal cigno nero che agita le borse finanziare milanesi e internazionali alla contrazione della domanda di tutti i settori legati al consumo fuori casa.
L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) prevede un’economia mondiale a rischio e una crescita globale in rallentamento al 2,4% nel 2020 rispetto al 2,9% stimato a Novembre 2019, la Banca Centrale Americana, la Federal Reserve, è corsa ai ripari annunciando un ulteriore taglio dei tassi d’interesse dello 0,5%;
In ambito di trasporti viene garantito il trasporto pubblico e la libera movimentazione di merci, ma le limitazioni e le problematiche legate alle quarantene imposte ai trasportatori esteri al rientro dal nostro paese inizia a creare le primi complicazioni a livello di distribuzione.
Il settore della logistica in Italia continua la sua attività, anche se la chiusura di molte attività commerciali provocherà nei prossimi giorni una contrazione dei flussi e delle attività, sia nelle piattaforme che su strada (soprattutto nei settori non strettamente alimentari).
Importante sarà quindi il nuovo Dl salva-economia al quale il Ministero del Tesoro, in collaborazione con la Banca d’Italia, sta lavorando in queste ore.
In CGS (Consorzio Gestione Servizi), una delle società più importanti del settore logistico e supply chain del nord Italia, si lavora a ritmo serrato per garantire la continuità del servizio. Andrea Campaner, DG di CGS rassicura: “Garantiamo le misure di cautela negli ambiti lavorativi. C’è un enorme lavoro che non è solo relativo ai trasporti ma a tutto ciò che succede in magazzino, e nonostante gli equilibri delicati, i magazzini e i nostri collaboratori continuano a lavorare dando un chiaro segnale di forza e persistenza”.
Il settore della logistica italiano, alla luce del nuovo DPCM sfida le incertezze del momento e non sembra dare segni di sconfitta, si prepara piuttosto a reagire e a recuperare le inevitabili perdite che questa situazione d’emergenza comporta a livello economico

Leggi tutto

L’Italia che non molla

19 Marzo 2020

La nostra cara e amata Italia è stata afflitta da un male che, senza neanche darci il tempo di rendercene conto, ci ha messi in ginocchio. Ci troviamo in una guerra e stiamo combattendo contro un nemico invisibile che fa paura. Ma è proprio in questa guerra che, in prima linea nella trincea, si schierano i più forti.

Nei tempi degli assalti ai supermercati e alle farmacie, agli acquisti compulsivi su internet, c’è un mondo parallelo che continua a lavorare incessantemente per garantire alla società il maggior benessere possibile.

C’è un esercito di eroi: medici, infermieri, magazzinieri, cassieri. Persone con famiglie, persone che lottano e che non mollano, persone che mettono da parte la paura e ogni mattina si svegliano consapevoli che il loro contributo sarà, ora più che mai, necessario alla società. Ci sono persone che, nonostante l’impossibilità di arrivare negli uffici, continuano a lavorare per garantire il loro supporto per tutti coloro che sono dietro le quinte del commercio e si impegnano incessantemente per tutelare i diritti della forza lavoro che collabora con CGS.

È infatti proprio a tutti gli uomini che il più delle volte sono invisibili, che lavorano nei magazzini per fare in modo che arrivino gli ordini nelle nostre case, che trattano con cura il nostro cibo e i nostri beni, che va il nostro grazie più grande. Grazie anche per il contributo dei nostri colleghi d’ufficio che rendono possibile la continuità nell’amministrazione e la giusta coordinazione necessaria per mandare avanti un motore di energia e positività.

Enrico Raza, responsabile appalto Geodis Landriano, testimonia: “In questo momento di criticità stiamo continuando a fornire a tempo pieno, parti di ricambio per ospedali con macchine IBM, ad esempio, o alle banche per evitare il blocco delle attività. Stiamo preparando 500 tablet per gli ospedali della Lombardia per un progetto di Tim. Si cela un mondo dietro la logistica, un mondo coraggioso che non si ferma e che continua a dare il suo meglio nonostante le criticità.

A Wuhan, primo focolaio del Corona Virus, si è registrato un calo drastico dei contagi e dei decessi.
In quel posto così tanto discusso e martoriato dal virus iniziano a sbocciare i primi peschi.
Nonostante tutto la natura fa il suo corso e la primavera inizia a presentarsi in tutta la sua meraviglia. Mi affaccio dalla finestra e vedo che anche in Italia stanno nascendo i primi boccioli, l’esempio della Cina non può essere ignorato.

Cito le parole della celebre scrittrice Allende: “Tutti noi abbiamo una riserva insospettata di forza dentro che emerge quando la vita ci mette alla prova.” Non dobbiamo avere dubbi, non dobbiamo mollare adesso. Ne usciremo vittoriosi insieme.

Leggi tutto

Sede Amministrativa:

Via Carlo Farini, 81 | 20159
Milano

Sede Legale:

Via Vittor Pisani, 20 | 20124 Milano

Telefono:

+39 02 66897911

Fax:

+39 02 66897928